Feb
25
Filed under (Argomenti vari) by anna on 25-02-2009

In primavera mi piace cogliere spesso piccoli mazzi di rose e poi osservarle giorno per giorno in tutta la loro bellezza. Diciamo che ne sentivo un pò la mancanza e il loro tempo  è ancora lontano. Però i due cespugli di rosmarino che ho proprio vicino alla porta, in questi giorni hanno una fioritura spettacolare…non ci sono altri fiori in giardino…o meglio ci sono anche alcuni cespugli di margherite  che fanno compagnia al rosmarino. Sono fiori molto semplici che non hanno bisogno di cure…io non faccio proprio niente per loro, tranne che ammirarli.

Feb
01
Filed under (Argomenti vari) by anna on 01-02-2009

Quando si è molto amici di qualcuno arriva sempre un momento, lungo il fluire dei giorni, mesi, anni…in cui desideriamo veramente rivederlo, parlare un po’ con lui, mettere in comune ciò che stiamo vivendo. A me questo capita anche con i personaggi letterari. Il dottor Zivago è uno di questi: soprattutto quando mi sento intrappolata dal freddo inverno, ripenso a lui e mi torna in mente la sua intelligenza sensibile e acuta, il carattere forte e fragile, i ricordi di quel bambino che lanciava un pugno di terra sulla tomba della madre, di quell’uomo che non riusciva a porre in antitesi i suoi sentimenti per donne diverse, perché in entrambi i casi esisteva una purezza estrema in quei sentimenti. Ripenso al medico-poeta, preso in ostaggio dai rivoluzionari, schiacciato nella propria dignità fino al punto di non ricordare più niente della sua professione e della sua arte. Certo, avendolo conosciuto, si capisce bene perché il suo scrittore sia stato tanto osteggiato: riesce a dare la prova più vera del fallimento di qualsiasi rivoluzione che, anche partita da grandi ideali, finisce in realtà per distruggere il rispetto per l’uomo e per la sua dignità. Nessun ideale rivoluzionario, da qualsiasi parte politica venga, può giustificare l’annullamento dell’intelligenza, dell’arte, dei sentimenti in un uomo.

Continua con la lettura »