Giu
13
Filed under (Argomenti vari) by anna on 13-06-2010

mare calmoMi è sempre piaciuto l’inizio di questa poesia di Yeats, la determinazione con cui pensa di raggiungere la sua isola nel lago di Innisfree. E poi, le sue parole riescono davvero a farci visualizzare questo luogo di calma  e pace, dove si può stare in silenzio a sentire i ronzii delle api, i voli dei fanelli, l’acqua del lago. Un luogo così in fondo non è mai irraggiungibile se esiste dentro di noi.mare calmo sentiero luci e ombredentro di noi.

Io voglio alzarmi e andarmene adesso

andarmene a Innisree

e costruirmi una capanna laggiù

d’argilla e di canne

nove filari a fave voglio averci

e un nido per le api

e vivere solo in quella radura densa di ronzii.

E avrò un pò di pace laggiù

perché la pace gocciola lenta

gocciola dai veli del mattino

dove canta il grillo.

laggiù la mezzanotte è tutta un luccicchio

e il meriggio un bagliore di porpora

e la sera è gremita dei voli del fanello.

Io voglio alzarmi e andarmene adesso

perché sempre notte e giorno

sento l’acqua del lago lambire

sommessamente la spiaggia.

Sulla strada o sui grigi marciapiedi

nell’intimo dell’animo la sento.

W.Yeats