Mar
27
Filed under (Senza categoria) by anna on 27-03-2007


“La felicità tiene per mano il dolore, e insieme danzano in punta di piedi”
E? una frase tratta da una vecchia e semisconosciuta canzone di Angelo Branduardi, e non l?ho mai dimenticata, anzi mi torna spesso in mente, soprattutto quando mi trovo a vivere e condividere situazioni molto belle o molto tristi. Il significato di queste parole mi sembra sostanzialmente vero. Essere soltanto felici mi pare non sia mai possibile: basta un semplice pensiero verso il mondo che ci sta attorno (ormai diventato vicinissimo) e qualsiasi gioia personale è immediatamente offuscata da un?angoscia che spunta ovunque. Più difficile è provare che anche in preda a un grande dolore si possa avere accanto la gioia, ma non mancano testimonianze a riguardo e, se vogliamo restare dentro un ambito almeno estetico, al dolore spesso si accompagna una profonda bellezza (come testimoniano per esempio i grandi artisti). Da un punto di vista pratico e quotidiano trovo interessante soprattutto la seconda parte della frase: le parole “insieme” e “in punta di piedi”. Il passare del tempo fa scoprire una dimensione diversa da quella che si viveva da ragazzini: vivere richiede una continua pazienza. Accettare di portare dentro di sé contemporaneamente due emozioni grandi e inseparabili.
E, ho scoperto, si può in realtà vivere solo “in punta di piedi”.